Attività di formazione, educazione e ricerca

Farmacovigilanza

Come previsto dalla Delibera della Regione Toscana n°217/2004 e successive (1180/2005, 968/2006), concernenti le attività di FarmacoVigilanza (FV) regionale (D.Lvo nazionale n°98/2003), è stato costituito il centro di secondo livello “Area Vasta Centro” (AVC). Quest’ultimo, composto dalla Farmacologia universitaria (Responsabile: Prof. Alessandro Mugelli), dai Dipartimenti Farmaceutici dell’AOU Careggi (Responsabile: Dott. Roberto Banfi) e dell’ASL 10 di Firenze (Responsabile: Dott.ssa Maria Parrilli), è preposto al coordinamento delle ASL e AO periferiche n°3, 4, 11 e Meyer per lo svolgimento delle attività di FV.

Ricerca preclinica e clinica in fitoterapia e fitovigilanza

Il progetto mira a realizzare e promuovere attività di ricerca preclinica e clinica nel settore della fitoterapia e della fitovigilanza, in particolare:

  • condurre ricerche di farmacologia di base su fitoterapici e altri prodotti di derivazione vegetale, animale o minerale, utilizzati nelle medicine non convenzionali;
  • condurre analisi cromatografiche accoppiate alla spettrometria di massa con particolare riferimento all’uso dei farmaci e dei fitoterapici in relazione alle possibili reazioni avverse;
  • condurre indagini cliniche ed epidemiologiche in tema di fitoterapia e fitovigilanza.

Applicazioni informatiche e statistiche in farmacologia clinica

Il progresso della ricerca farmacologica, ed in particolare della potenziale applicabilità dei risultati in ambito clinico, rende necessaria la gestione di informazioni inerenti gli aspetti farmaco- epidemiologici, farmacocinetici, farmacodinamici e genetici con l’obiettivo di determinare la trasferibilità dei risultati al singolo paziente. Ciò permette sia al ricercatore che al clinico di monitorare le razioni avverse ai farmaci, determinare l’approccio terapeutico migliore per il singolo soggetto in termini di rischio/efficacia, prevenire l’insorgenza di fenomeni inattesi correlati alla terapia farmacologica in funzione della comorbosità e di altri fattori geneticamente determinati o acquisti. Il CIMMBA è attivo, assieme ad alcune unità del Dipartimento di Farmacologia di Firenze e ad altre strutture nazionali ed internazionali con cui sono attive delle collaborazioni scientifiche, nel generare e raccogliere informazioni utili relativamente a questi processi, sfruttando  la realizzazione di database attraverso studi ad hoc oltre che nell’utilizzo di dati correnti (database amministrativi).

Medicina molecolare: Ricerca Preclinica

Negli ultimi anni le attività di ricerca del Centro si sono indirizzate nel settore della Cardiologia Sperimentale. A questo hanno contribuito gli apporti di collaborazioni e afferenze al Centro, che occupano una vasta area interdisciplinare nel settore della ricerca cardiovascolare, dalle discipline di base (morfologiche, fisiologiche, biochimiche), a quelle precliniche (farmacologia), a quelle cliniche cardiovascolari. Le numerose collaborazioni sono testimoniate dallo scambio di conoscenze e tecnologie e si sono concretizzate in progetti di ricerca, anche comuni, sovvenzionati da Enti pubblici e privati a carattere nazionale ed internazionale. L’approccio che il Centro si è proposto è quello della ricerca translazionale, capace di  trasferire strategie e tecniche molecolari innovative su tematiche di grande rilevanza clinica ed epidemiologica in ambito cardiologico: Trapianto cellulare, Cardiomiopatie familiari geneticamente determinate, Remodellamento cardiaco e Aritmogenesi.

Acquisizione di Grandi Attrezzature

Con bando di gara del 3 luglio 2008, pubblicato ai sensi di legge, il Direttore del C.I.M.M.B.A. ha dato avvio alla procedura per l’acquisizione di “Attrezzatura per Patch Clamp e misura del calcio intracellulare mediante fotomoltiplicatori”, procedura approvata dal Consiglio di Gestione il 10 Giugno 2008). L’appalto è stato affidato alla Società Crisel Instruments S.r.l. vincitrice della gara con provvedimento n. 7-2008 del 5 agosto 2008. La strumentazione consegnata all’inizio del 2009 è stata collaudata con successo ed è operativa nei laboratori del C.I.M.M.B.A. ed è stata ulteriormente ampliata grazie all’acquisto di complementi dell’attrezzatura stessa

PROGETTI NAZIONALI

“Reazioni avverse e interazioni con farmaci dei fitoterapici della Medicina Tradizionale Cinese: Uno studio di farmacoepidemiologia, farmacogenetica e farmacovigilanza”.   ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ & MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI – Bando Giovani Ricercatori 2007

PROGETTI EUROPEI

  • NORMACOR– PROGETTO UE 6°PQ  N. LSH  M/CT/2006/018676 (2006-2009) COORDINATORE DELLA RICERCA: PROF.SSA ELISABETTA CERBAI,  UNIVERSITÀ DI FIRENZE
    • normaCOR project is working towards gaining new knowledge on the mechanisms underlying normal and abnormal cardiac excitation. For information, please visit: www.normacor.eu
  • BIG-HEART– PROGETTO UE  7°PQ (IN NEGOZIAZIONE, 2009-2012) RESPONSABILE UNITÀ CIMMBA-UNIFI: PROF. CORRADO POGGESI

Commenti chiusi